ti trovi in Home » Informare » Archivio notizie » Tavolo tecnico: ricos… tematiche affrontate


Tavolo tecnico: ricostruzione, macerie e viabilità le tematiche affrontate

  • Enti
  • Giornalisti
di Redazione - 10/02/2011

Si è riunito oggi il tavolo di coordinamento per la ricostruzione presieduto dal Commissario vicario Antonio Cicchetti. Le questioni affrontate sono state quelle relative alla ricostruzione dei centri storici e alla viabilità di competenza Anas.

Per quanto riguarda la ricostruzione dei centri storici, con particolare riferimento al Comune dell’Aquila, è stato espresso unanime consenso nel riconoscere che i Comuni potranno sviluppare uno o più progetti urbani che abbiano l’obiettivo di mettere in sinergia tutte le opportunità sociali, edilizie ed economiche e le relative disponibilità pubbliche e private; sull’ordine di questi elementi i Comuni presenteranno uno o più piani, comunque in coerenza con gli strumenti urbanistici vigenti, al fine di ottenere il finanziamento. Tutto ciò in base al fatto che le competenze specifiche della ricostruzione spettano ai singoli Comuni.

In particolare, si è preso atto della volontà del Comune dell’Aquila di procedere immediatamente alla ricostruzione dell’asse centrale della città. Si è ricordata la scadenza del 28 febbraio per la presentazione dei progetti per gli aggregati urbani e il decreto 24 firmato dal Commissario Chiodi, che ha finanziato la ricostruzione di edifici pubblici e il rifacimento dei sottoservizi nella zona del centro storico del capoluogo abruzzese.

 Sul tema delle macerie,  come previsto dall’ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri in fase di emanazione, si è sottolineata nuovamente la centralità del ruolo dei Comuni e degli enti locali nel determinare le priorità nell’ambito della rimozione delle stesse. Per quanto attiene, invece, l’indennizzo per la ricostruzione, il tavolo tecnico, attualmente operativo, sta affinando gli ultimi dettagli tenendo presente sia le esigenze dei cittadini sia l’interesse pubblico. Tutte le componenti del tavolo, al termine della riunione,  hanno riconosciuto che il processo di ricostruzione dei centri storici potrà e dovrà avviarsi in maniera celere.

 Per quanto attiene l’importante questione legata alla viabilità, oggi, si è esaminato il programma dell’Anas relativo agli interventi delle strade statali, soffermandosi in particolare su alcune tratte fondamentali per i collegamenti all’interno della città e nelle zone del cratere che per vari motivi hanno subito nel tempo un rallentamento. A tal riguardo, il tavolo specifico sulla mobilità si riunirà al più presto per coordinare l’integrazione degli interventi Anas con quelli della Provincia e delle Ferrovie dello Stato.