ti trovi in Home » Informare » Archivio notizie » Ricostruzione: il Com…tegrazioni richieste


Ricostruzione: il Commissario, trasmettere immediatamente le integrazioni richieste

  • Cittadini
  • Tecnici
  • Giornalisti
di Redazione - 24/04/2012

“Gli ultimi dati forniti dalla filiera per il comune dell’Aquila, circa l’esame delle pratiche “E” fuori centro storico, evidenziano che il lavoro di Fintecna, Cineas e Reluis, per le pratiche presentate entro il 31 agosto 2011, è in fase di ultimazione”. Così il Commissario Delegato per la Ricostruzione, commentando i dati della attività della filiera a margine delle firma dell’intesa al piano di ricostruzione di Barete.

In particolare per Reluis mancano all’appello 163 partiche su 7500 circa. Le 163 pratiche sono quelle per le quali Reluis ha chiesto integrazione e che ancora i tecnici non trasmettono.

Cineas ha ancora 2118 pratiche da smaltire e a anche queste sono quelle per le quali i tecnici Cineas hanno chiesto integrazioni e che ancora i tecnici dei cittadini che hanno diritto al contributo non trasmettono.

“Bisogna sottolineare – ha aggiunto il Commissario – che se circa 2.300 pratiche ancora non hanno avuto esito positivo tutto ciò, diversamente da alcune fantasiose dichiarazioni ascoltate in queste ultime ore, è dovuto al fatto che al 19 aprile scorso 2.300 aventi diritto, per il tramite dei loro tecnici, ancora non avevano trasmesso alla filiera le integrazioni richieste” .

Il Commissario ha voluto, infine, lanciare un preciso messaggio ai tecnici che hanno curato le pratiche per contro dei cittadini proprietari delle case “E” fuori centro storico.

“E’ necessario che tali integrazioni vengano trasmesse immediatamente alla filiera che le ha richieste. Faccio, pertanto, un appello deciso ai tecnici incaricati dai privati affinché accelerino nel deposito delle integrazioni richieste. Solo in questo modo avremo la possibilità nei prossimi giorni di concludere l’esame delle pratiche presentate entro il 31 agosto 2011 e iniziare l’esame di quelle presentate in data successiva” .