ti trovi in Home » Informare » Archivio notizie » Ricostruzione: Tavolo… chi non le rispetta


Ricostruzione: Tavolo Enti, regole ferree e sanzioni per chi non le rispetta

  • Cittadini
  • Giornalisti
di Redazione - 11/08/2011

Stabilire tempi certi per la ricostruzione e fare tutto il necessario per rimuovere gli ostacoli. È quanto ribadito oggi nel corso del tavolo degli Enti, a cui hanno partecipato, tra gli altri, Il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta, il Commissario delegato per la ricostruzione, Gianni Chiodi, il Commissario vicario, Antonio Cicchetti, il Coordinatore della Stm, Gaetano Fontana, il Sindaco dell’Aquila, Massimo Cialente, i rappresentanti dei Comuni del cratere, della Provincia dell'Aquila e della Struttura commissariale. All’unanimità, si è affermata la volontà di fissare regole ferree per accelerare i tempi e per migliorare i sistemi di controllo sui cantieri e sulla filiera Fintecna-Cineas-Reluis, preposta a dare le autorizzazioni ai progetti. Il Commissario Chiodi ha sottolineato che si stanno studiando le procedure per attivare i controlli in corso d’opera e a fine lavori, sia a livello amministrativo che tecnico. Il Sottosegretario Letta, nel ribadire l’importanza che il Governo attribuisce al Tavolo degli Enti, ha proposto l’emanazione di un provvedimento volto a fissare nuove regole, prevedere sanzioni per chi non le rispetta, potenziare i controlli e accelerare la presentazione e l’autorizzazione dei progetti di recupero degli edifici gravemente danneggiati. Al centro del vertice, la necessità di stabilire le tempistiche per il ripristino degli edifici classificati “E” nelle periferie urbane, senza trascurare le problematiche relative ai centri storici e quindi ai piani di ricostruzione, argomento che sarà approfondito nella prossima seduta, prevista a fine mese.