ti trovi in Home » Informare » Archivio notizie » Ricostruzione: Stm, c…re Palazzo di Governo


Ricostruzione: Stm, concluso studio preliminare Palazzo di Governo

  • Enti
  • Giornalisti
di Redazione - 25/10/2011

"Progetto condiviso, ora deve procedere il Comune".

Pronto lo studio preliminare dell’intervento sul Palazzo del Governo, previsto dal Decreto del Commissario n. 24/2010. La Struttura Tecnica di Missione del Commissario per la Ricostruzione ha promosso l’elaborazione del progetto includendo anche la Chiesa di S. Agostino e ha coordinato la Conferenza dei Servizi per il progetto di  recupero del Palazzo ex Prefettura. Numerosi tavoli tecnici tra Provveditorato alle Opere Pubbliche, Provincia dell’Aquila, vice Commissario per la Tutela dei Beni Culturali, Soprintendenza e Comune dell’Aquila, coordinati dalla STM, hanno portato alla stesura del progetto preliminare di restauro e rifunzionalizzazione del Palazzo del Governo che ospiterà gli uffici della Provincia. Il progetto, che interessa anche la riorganizzazione del tessuto urbano dell’area circostante il Palazzo (piazza della Repubblica e piazza Santa Maria di Bagno), comprende il rilievo del danno, uno studio storico e tipomorfologico  che sono alla base di due tipologie di intervento: restauro delle parti meno danneggiate e sostituzioni limitate alle porzioni irrimediabilmente distrutte. Ora l’attivazione e l’attuazione della procedura per la stipula dell’Accordo di Programma è rimessa al Comune dell’Aquila.

Lo studio interessa una superficie utile lorda di 14.700 mq suddivisa in  2 corpi principali: 1- la struttura principale del Palazzo; 2- la sostituzione con un nuovo edificio della sede della Provincia di via S. Agostino e la sistemazione di piazza S. Maria di Bagno. Sono individuate, inoltre, due aree di parcheggio interrato mentre un lungo sistema pedonale, che recupera  un passaggio dell’ex Convento, consente di integrare gli spazi pubblici con le aree interne, favorendo la fruibilità dell’antico corpo conventuale da parte di tutti i cittadini.  “Questo studio – afferma il coordinatore della STM, Gaetano Fontana, che ha presieduto ai Tavoli con delega del Commissario – nell’identificare gli interventi da adottare,  ha tenuto conto tanto delle dinamiche delle trasformazioni storiche che dell’analisi critica del danno. Il Tavolo tecnico attivato dalla Struttura  ha permesso di giungere  in tempi brevi all’elaborazione di un progetto preliminare condiviso da tutte le Amministrazioni e gli Enti pubblici interessati. A conclusione del lavoro fatto, anche su richiesta del Comune dell’Aquila, la procedura di approvazione dell’intervento sull’intera area è stata rimessa all’ente locale che si è impegnato a procedere speditamente”.