ti trovi in Home » Informare » Archivio notizie » Ricostruzione: Inaugu…lli vittima terremoto


Ricostruzione: Inaugurata sala multimediale intitolata a giovane di Vercelli vittima terremoto

  • Enti
  • Giornalisti
di Redazione - 29/07/2011

Una nuova sala multimediale con tecnologia all’avanguardia donata all’ospedale San Salvatore dell’Aquila. Il presidente della Regione Abruzzo e commissario per la ricostruzione, Gianni Chiodi, è intervenuto oggi alla cerimonia di inaugurazione della nuova sala polifunzionale realizzata con il contributo della Provincia di Vercelli e intitolata alla studentessa Alice Dal Brollo, 21 anni, originaria di Borgosesia in provincia di Vercelli, scomparsa tragicamente la notte del 6 Aprile 2009.  La sala multimediale potrà essere utilizzata per convegni scientifici e corsi di formazione specialistici organizzati sia in loco che fuori sede, vista la possibilità di usufruire di una tecnologia avanzata per collegamenti con il resto del mondo in tele conferenza. “Un ringraziamento particolare va alla Provincia di Vercelli – ha dichiarato il Commissario Delegato per la Ricostruzione e Presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi – che ha permesso di realizzare questa Sala. Un elemento tangibile e un simbolo della grande solidarietà verso l’Aquila e l’Abruzzo intero che si arricchisce del ricordo di Alice che, come tanti giovani, aveva scelto proprio L’Aquila come sede dei suoi studi per guardare al  futuro. Una struttura multimediale di tale importanza tecnologica all’interno di un ospedale abruzzese – ha aggiunto il Commissario – è un elemento di vanto, poiché rappresenta un supporto validissimo alla formazione degli studenti e al continuo aggiornamento dei nostri professionisti, sulla scia della ormai diffusa economia della conoscenza basata su tecnologie sempre più all’avanguardia”. Erano presenti alla cerimonia, tra gli altri, il Prefetto dell’Aquila Giovanna Maria Iurato, i familiari di Alice Brollo, le autorità della Provincia di Vercelli, rappresentanti del comune dell’Aquila e monsignor Giuseppe Molinari oltre al direttore generale della Asl dell’Aquila,  Giancarlo Silveri, ai medici e  ad altri operatori della sanità.