ti trovi in Home » Informare » Archivio notizie » Ricostruzione: Chiodi…nell’area del cratere


Ricostruzione: Chiodi e Marchetti, 116 chiese riaprono al culto nell’area del cratere

  • Cittadini
  • Giornalisti
di Redazione - 21/12/2011

‘Una chiesa per Natale’ : un finanziamento di oltre 14 milioni di euro

Entro la fine dell’anno saranno riaperte al culto le chiese, lesionate dal sisma del 6 aprile 2009, che fanno parte del progetto “Una chiesa per Natale”, ristrutturate con un finanziamento complessivo di 14 milioni di euro. L’hanno annunciato oggi il commissario delegato per la Ricostruzione, Gianni Chiodi, e il vice commissario per la tutela dei Beni Culturali, Luciano Marchetti nel corso della conferenza stampa organizzata per illustrare la conclusione del progetto.

 «L’obiettivo di riaprire in tempi brevi 116 chiese è stato pienamente raggiunto – ha detto Chiodi - Ho finanziato interamente il progetto e oggi una buona parte del patrimonio artistico dell’Abruzzo colpito dal terremoto del 6 aprile viene riconsegnato alla comunità aquilana. Grazie all’impegno delle istituzioni viene restituita la fruibilità di un patrimonio straordinario».

Si tratta di un grande risultato raggiunto grazie all’accordo sul recupero del patrimonio culturale ed ecclesiastico, firmato a Roma nel luglio 2009, tra il Ministero per i Beni Culturali, la Conferenza Episcopale Italiana (CEI) e il dipartimento della Protezione Civile Nazionale, portato avanti dalla struttura del Vice Commissario delegato per la tutela dei Beni Culturali.

«L’intento dei diversi soggetti coinvolti – afferma Marchetti – è stato quello di operare una scelta atta a restituire i luoghi di culto alle diverse comunità di fedeli abruzzesi per far sì che potessero riavere, nel più breve tempo possibile, un luogo di aggregazione e di incontro. L’impegno e la dedizione dei miei collaboratori e le forze esterne di cui ci avvaliamo hanno reso possibile l’attuazione dei procedimenti e delle operazioni volte al ripristino degli edifici di culto».

Il progetto, previsto dall’ordinanza n. 3820 della Presidenza del Consiglio dei Ministri con un finanziamento  di 12 milioni di euro  stanziati per il recupero di edifici ecclesiastici nei territori colpiti dal sisma, ha riguardato complessivamente 116 chiese con un intervento iniziale su 71 chiese divise fra le Curie dell’Abruzzo. «A breve tutte saranno restituite al culto grazie anche all'ulteriore finanziamento di 2,125 milioni di euro – ha detto Marchetti - stanziato dal Commissario delegato per la Ricostruzione”.

Nella Curia dell’Aquila i lavori più importanti hanno riguardato il ripristino dell’agibilità nelle chiese di San Michele Arcangelo a San Vittorino, nella chiesa di San Panfilo in San Panfilo d’Ocre, di Santa Rita all’Aquila, di San Giustino a Paganica e di San Pietro Apostolo a Coppito. In questo ultimo caso si è avuta una graditissima sorpresa: al di sotto di una profonda lesione è venuto alla luce un pregevole affresco raffigurante l’Adorazione dei pastori, datato tra l'ultimo decennio del 1400 e il primo decennio del 1500. Biancamaria Colasacco, storica dell'arte della struttura di Marchetti, ha affermato: «la qualità di questo frammento, che era il fondo di un'edicola anch’essa affrescata, ci consente di azzardare l'ipotesi che si tratti di Saturnino Gatti», uno dei massimi pittori e scultori del Rinascimento in Abruzzo.

Nella Curia di Sulmona, fra le altre, sono state rese agibili con miglioramenti strutturali le chiese di San Filippo e San Francesco della Scarpa in Sulmona, di Santa Maria delle Grazie a Cocullo, dove è venuto alla luce un frammento di affresco con immagini popolaresche, oltre alla chiesa di San Francesco a Popoli (PE). Nella Curia di Avezzano le chiese con gli interventi più importanti sono state quella di San Giuseppe ad Aielli, chiesa del ventennio molto interessante, che presenta tra l’altro delle vetrate artistiche di grande pregio, quella di Santa Maria delle Grazie in Magliano dei Marsi, in cui la scoperta di un interessante affresco raffigurante San Giovanni Battista arricchisce ulteriormente il già importante monumento.

Nella Curia di Teramo i provvedimenti più interessanti hanno riguardato le chiese di Crognaleto e Fano Adriano. Nella Curia di Pescara sono state  recuperate, tra le altre, le splendide chiese di Santa Maria del Carmine e dell’Annunziata in Penne e del San Domenico a Pianella. Infine nella Curia di Chieti gli interventi più significativi hanno riguardato le chiese di San Valentino in San Valentino in Abruzzo Citeriore e di San Biagio a Vacri.

Uno degli interventi di ripristino e messa in sicurezza, finanziato grazie al progetto ‘Una chiesa per Natale’, ha riguardato anche la Chiesa di Santo Stefano a Valle di Pizzoli (AQ), che è stata riconsegnata ai fedeli il 14 agosto 2011. 

L'elenco completo delle Chiese

Guarda il video  "Una chiesa per Natale"

Guarda l'ntervista a Gianni Chiodi

Guarda l'intervento di Gianni Chiodi