ti trovi in Home » Informare » Archivio notizie » Manovra: Chiodi al go…conomica dell'Abruzzo


Manovra: Chiodi al governo per la ripresa economica dell'Abruzzo

  • Cittadini
  • Imprese
  • Tecnici
  • Giornalisti
di Tiziana Tarquini - 11/06/2010

Il Commissario delegato Gianni Chiodi ha presentato ieri al Governo le richieste fiscali ed economiche in favore della popolazione abruzzese.  Si tratta di una serie di iniziative cruciali per il

Gianni Chiodi

rilancio del sistema economico abruzzese, già duramente colpito dal sisma, che la ripresa della fiscalità e la manovra finanziaria correttiva rischiano di indebolire ulteriormente. Nell’incontro svoltosi a Roma, il Commissario delegato per la Ricostruzione ha incontrato il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, il sottosegretario, Gianni Letta, ed il ministro per l’Economia, Giulio Tremonti. Chiodi ha chiesto, in particolare, l’estensione della proroga della sospensione per il pagamento delle tasse a più categorie (la manovra come concepita prevede agevolazioni solo per titolari di attività produttive con volume d’affari inferiore a 200 mila euro). Inoltre il commissario ha chiesto il trasferimento delle risorse già stanziate con le delibere Cipe 35 e 82 del 2009 pari a circa 800 milioni di euro e il rifinanziamento del Fondo per l’Emergenza in Abruzzo. A conclusione della giornata romana, il Commissario Chiodi ha riferito di aver apprezzato la disponibilità e l’impegno del Ministro dell’Economia Giulio Tremonti a voler approfondire la questione abruzzese. Nei prossimi giorni gli Uffici del Ministero lavoreranno direttamente col Commissario per giungere a soluzioni condivise non eccessivamente penalizzanti per l’Abruzzo e per l’area del cratere.