ti trovi in Home » Informare » Archivio notizie » Macerie: dati su rimo…ornati in tempo reale


Macerie: dati su rimozione e conferimento aggiornati in tempo reale

  • Cittadini
  • Enti
  • Imprese
  • Giornalisti
di Redazione - 11/05/2012

Online database su macerie pubbliche.

L’innovazione tecnologica e la trasparenza sono alla base del lavoro svolto dalla struttura commissariale per rendere accessibili a tutti i cittadini, alle istituzioni e ai portatori di interesse i dati sulla rimozione e il conferimento delle macerie pubbliche derivanti dai crolli causati dal sisma e dalle successive demolizioni. Strumento utile e indispensabile in tal senso è il database realizzato in collaborazione con il Soggetto attuatore per la rimozione delle macerie, utile per monitorare le attività complesse e delicate dello smaltimento ed esempio di straordinaria trasparenza resa possibile dalle nuove tecnologie”.  

Così il Commissario delegato per la ricostruzione ha introdotto la presentazione della banca dati - online su questo sito nella sezione ‘Rimozione macerie pubbliche’ -  che contiene i dati aggiornati in tempo reale relativi sia al trasporto che al conferimento dei materiali derivanti dai crolli degli edifici o dalle demolizioni effettuate a seguito di ordinanze sindacali. Grazie a questo strumento i cittadini possono monitorare costantemente l'andamento della rimozione delle macerie pubbliche e il procedere degli abbattimenti degli edifici. Per implementare la trasparenza dei dati è stato attivato anche un canale twitter (#rimozionemacerie ) sul quale ogni tre ore saranno 'twittati' i dati giornalieri relativi alle macerie.

Dai dati raccolti finora emerge una forte accelerazione nelle attività: nel 2011 sono state rimosse 94.000 tonnellate di macerie, mentre nei primi 4 mesi del 2012 le tonnellate rimosse sono state 78.000. “L’aggiornamento avviene in tempo reale: i dati vengono inseriti nel database dalla struttura del Soggetto attuatore e dagli operatori A.S.M. Presso il deposito di Pontignone ” ha detto il Soggetto attuatore. “Il database rileva che ieri sono state trasportate 1.077 tonnellate di macerie per un totale di 276.039, ma il nostro obiettivo  – ha continuato - è quello di riuscire a rimuoverne le macerie pubbliche entro il 2012. Il secondo obiettivo è avviare un sistema di monitoraggio e controllo anche delle macerie private, con dati aggiornati in tempo reale, entro la fine dell’anno, quando sarà conclusa la rimozione di quelle pubbliche” .

La consultazione della scheda sulla rimozione prevede diverse possibilità: la lista degli interventi può essere visualizzata in ordine cronologico o con l’applicazione di filtri di ricerca; i luoghi degli interventi sono visualizzabili su Google Map; sono disponibili inoltre le statistiche sulla quantità di macerie conferite in discarica e i cronoprogrammi dei lavori; i dati relativi ai luoghi degli interventi possono essere visualizzati con Google Earth; il database può infine essere esportato in formato CSV per essere elaborato. Anche la scheda relativa al conferimento nei siti autorizzati prevede diverse modalità di consultazione:  la lista dei trasporti e degli scarichi è consultabile per singola giornata con accesso alla scheda completa dell'intervento; possono essere applicati dei filtri di ricerca nella lista e sono disponibili statistiche e grafici sul volume delle macerie trasportate; i dati possono essere inoltre esportati in formato CSV per poter effettuare elaborazioni. Per facilitare la consultazione dell’intero database è disponibile un manuale esplicativo sul sito del Commissario delegato, nella sezione dedicata.