ti trovi in Home » Informare » Archivio notizie » Emergenza: Chiodi, da…mento spese arretrate


Emergenza: Chiodi, da CDM via libera a pagamento spese arretrate

  • Cittadini
  • Enti
  • Imprese
  • Giornalisti
di Redazione - 20/09/2010

Le spese per l'autonoma sistemazione, indennizzi agli albergatori e pagamenti alle imprese entrano nella contabilità dei fondi della ricostruzione. È il senso dell'ordinanza che il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha firmato lo scorso venerdì dopo la decisione del Consiglio dei ministri. Lo ha annunciato il commissario per la ricostruzione, Gianni Chiodi, che parla di "risultato rilevante, arrivato dopo tre giorni di serrate riunioni necessarie per scrivere la parola fine sull'annoso nodo della liquidazione delle spese". Nella sostanza, tutte le spese effettuate dal primo febbraio 2010 relative ai puntellamenti, alle demolizioni e smaltimento delle macerie possono essere imputate ai fondi per la ricostruzione e non più, come è stato fatto finora, ai fondi per la gestione dell'emergenza. Questa soluzione permetterà di far fronte alle spese con i fondi disponibili destinati alla ricostruzione, gestiti direttamente dal Commissario. È una soluzione che permetterà di avere, con ragionevole certezza, le risorse necessarie fino al prossimo 31 dicembre, in modo da venire incontro a tutte le richieste economiche e finanziarie legate agli alberghi all'autonoma sistemazione e a tutte le altre spese della gestione dell'emergenza alla quali finora non si è data risposta.