ti trovi in Home » Informare » Archivio notizie » Chiodi: firmati ordin…er 42 milioni di euro


Chiodi: firmati ordinativi di pagamento per 42 milioni di euro

  • Cittadini
  • Enti
  • Imprese
  • Tecnici
di Redazione - 01/10/2010

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Gianni Chiodi ha disposto oggi il trasferimento di ulteriori fondi per l’emergenza e per la ricostruzione. In particolare, ha provveduto alla sottoscrizione di ordinativi di pagamento destinati alle strutture ricettive alberghiere per un totale di 1 milione di euro; 16 milioni di euro sono destinati ai Comuni per il pagamento dei contributi diretti per la ricostruzione privata delle case B, C e E e 12 milioni sono destinati al Provveditorato per le Opere Pubbliche.
Inoltre, il Commissario ha disposto il trasferimento di ulteriori fondi  di cui all’O.P.C.M. n. 3789/2009, per un importo complessivo pari a euro 13.466.683,56 ripartiti in favore dei Comuni delle province di L’Aquila, Teramo e Pescara che hanno provveduto ad istruire positivamente le domande, così come prescritto dalla citata O.P.C.M. 3789.
Al Comune di L’Aquila è stato trasferito l’importo di euro 12.074.367,25, a fronte di n. 1576  domande positivamente istruite, risultanti da un elenco inviato alla competente Area Amministrativa della Struttura Commissariale in data 17 settembre 2010 con nota Com. AQ  prot. 6897/SUAP. Le successive erogazioni di fondi potranno avvenire man mano che il comune trasmetterà la documentazione  nelle forme prescritte.
Gli importi  vengono erogati per intero e non a titolo di acconto.
Per una corretta e trasparente lettura di quanto rappresentato, in allegato si riporta il prospetto contenente l’elenco dei comuni beneficiari dei trasferimenti, l’ammontare degli importi  trasferiti a ciascun Comune anche in riferimento alla data del 5 agosto 2010, il numero dei beneficiari dei contributi e gli articoli dell’O.P.C.M. 3789 cui sono riconducibili le diverse tipologie di danno.
Il Commissario si riserva di rendere noto, nei prossimi giorni, l’elenco nominativo dei singoli beneficiari degli indennizzi sino ad oggi erogati.