ti trovi in Home » Informare » Archivio notizie » Abruzzo grande capaci…o oggi bando Por-Fesr


Abruzzo grande capacità spesa fondi europei. Presentato oggi bando Por-Fesr

  • Cittadini
  • Imprese
  • Giornalisti
di Redazione - 16/12/2011

Presentato oggi il bando Por-Fesr che stanzia 1,5 milioni di euro per il rilancio delle attività sportive nel cratere. Della dotazione finanziaria complessiva un milione è destinato alla ristrutturazione degli impianti sportivi danneggiati dal sisma e alla creazione di nuove strutture e 568 mila euro sono rivolti all’organizzazione di manifestazioni o eventi di promozione sportiva. Il Commissario delegato per la Ricostruzione e Presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi ha evidenziato anche la capacità di spesa della Regione dei fondi strutturali europei partecipando oggi alla conferenza stampa dell’assessore regionale, Carlo Masci, per la presentazione del bando 2011 “POR-FESR 2007-2013 Sport «Abbiamo dimostrato massima efficienza in termini di capacità di spesa – ha detto Chiodi -  L’obiettivo da raggiungere entro il 31 dicembre 2011, pari a 85 milioni di euro, imposto dai regolamenti comunitari, è stato pienamente superato con una spesa di oltre 114 milioni, oltre 29 milioni in più. Inoltre, la Regione Abruzzo è l’unica ad aver approvato integralmente i Fondi Fas ed è la seconda Regione italiana, dopo il Friuli Venezia Giulia, ad aver già certificato il raggiungimento della spesa comunitaria. Infine, agli 83 milioni di euro dei fondi Por Fesr per ristoro danni alle imprese colpite dal sisma ho aggiunto uno stanziamento di altri 45,8 milioni per lo scorrimento di graduatorie già esistenti e per l’espletamento di un ulteriore bando”. Alla conferenza stampa sono Intervenuti anche i dirigenti regionali Vanna Andreola e Alba Grossi e il Presidente regionale del CONI Ermano Morelli per presentare il nuovo bando per il rilancio delle attività sportive nel cratere. “Il bando che presentiamo oggi – ha spiegato Masci - è volto al ripristino della coesione sociale, all’Aquila e nei Comuni del cratere, delle fasce di popolazione più colpite, cioè i giovani, gli studenti, i portatori di handicap, attraverso il sostegno mirato alle imprese ed alle associazioni operanti nel settore dello sport. I contributi previsti dal bando Por- Fesr  saranno concessi in conto capitale a fondo perduto attraverso il regime “de minimis”, per sostenere investimenti che consentano la ripresa delle attività e favoriscano l’attrattività del territorio abruzzese». Nello specifico, il provvedimento ha il compito di sostenere il recupero dell’ambiente attraverso contributi per la ristrutturazione di impianti sportivi con interventi mirati all’adeguamento strutturale e tecnologico nonché al miglioramento ed al potenziamento delle strutture. Sarà inoltre possibile la realizzazione di nuovi spazi per attività sportive e dei relativi servizi di supporto ed accessori. La promozione dello sviluppo e dell’attrattività del territorio regionale e delle comunità locali avverrà attraverso il supporto finanziario per la partecipazione a campionati e tornei, l’organizzazione di eventi sportivi di rilevanza regionale, nazionale e internazionale, nonché la realizzazione di attività di animazione per il rilancio dell’attività sportiva pre-sisma. Possono beneficiare delle agevolazioni: enti di promozione sportiva, Società, Associazioni Sportive Dilettantistiche e Federazioni riconosciute dal CONI, Società e Associazioni sportive riconosciute dal Comitato Italiano Paralimpico, piccole e medie imprese. La domanda di finanziamento deve essere presentata entro 60 giorni dalla pubblicazione del bando sul B.U.R.A., mentre l’investimento e le attività finanziati devono essere realizzati e conclusi entro 15 mesi dalla data di  pubblicazione della  graduatoria degli ammessi al beneficio sul B.U.R.A. e comunque non oltre il 31 dicembre 2013. L’assessore Masci ha inoltre illustrato, nel corso della conferenza stampa, i risultati del bando pubblicato nel 2010, con cui sono stati assegnati contributi per oltre 2 milioni di euro per riparare 3 impianti sportivi danneggiati dal sisma, costruirne 7 nuovi, sostenere le attività di 16 società e infine finanziare 17 eventi.